::Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
acec
Rassegne - Sentieri di Cinema

>> Archivio rassegne

 
Speciali

:: Giffoni 2015

 
Ricerca nel Sito

:: trova film



fb SEGUICI SU FACEBOOK

 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Indirizzo E-Mail :

Nome:

Cognome:

Iscrizione
Cancellazione
 

:: in evidenza

Tropicittà 2018

Tropicittà

Giffoni 2018

Percorsi creativi

Fuori dal coro 2018

 

"visti per voi": appuntamento al cinema

ULTIME RECENSIONI:

  • UNA STORIA SENZA NOME

  • LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO

  • SULLA MIA PELLE

  • LA MELODIE

  • LA CASA SUL MARE

  • A QUIET PLACE - Un posto tranquillo

  • DARK NIGHT

  • THE SHAPE OF WATER

  • ARCHIVIO COMPLETO

  • Notizie

    21ma LANTERNA MAGICA ad AMANDA

    La Giuria C.G.S. – Cinecircoli Giovanili Socioculturali, assegna il Premio “Lanterna Magica” al film:

    AMANDA di Mikhael Hers

    “per aver delineato il percorso di accettazione del lutto e di crescita di una bambina e di un giovane adulto senza cadute nella retorica, ponendo soprattutto in luce i momenti nei quali alla progressiva guarigione dell’uno è necessario l’apporto dell’altra.

    La sceneggiatura accompagna abilmente la dinamica di interazione e scontro tra i due personaggi fino alla costituzione di un nuovo nucleo familiare, visto come nodo di relazioni basilari e preziosa conquista per la contemporaneità del nostro Occidente frammentato.

    Il linguaggio cinematografico rifugge da facili manipolazioni emotive, privilegiando un raffinato ed efficace lavoro di montaggio, che riesce a comunicare allo spettatore la gravità dei drammi affrontati.

    Ottima la prova attoriale della giovanissima co-protagonista Isaure Multrier, molto credibile nella sua espressività, che coinvolge ed interroga.”

    [ leggi tutto | Segnala ad un amico | Pagina stampabile ]

    -------------------
    SENTIERI DI CINEMA a Venezia 75

    Dal 28 agosto gli operatori del circuito "Sentieri di Cinema" guideranno il laboratorio nazionale CGS CINEMA alla 75.ma Mostra di Venezia.

    In maggioranza giovani tra i 18 e i 26 anni, il gruppo di 15 marchigiani si affiancherà ad altri animatori culturali dei CGS dalla Sardegna, dal Lazio, dalla Liguria e dal Veneto per assegnare il premio LANTERNA MAGICA CGS.

    Seguiteci sulla rubrica FUORI DAL CORO (link in alto), ove sono recensiti da laboratorio CGS tutti i film di cui anticipiamo un breve giudizio qui sotto.

     

    GIORNO PER GIORNO

    29/08 Accoglienza fredda per il film d'apertura FIRST MAN (Venezia 75) di Chazelle. In Orizzonti interessante SULLA MIA PELLE di Cremonini sulla vicenda Cucchi. Per Biennale College piace l'italiano ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE.

    30/08 Molto apprezzato l'insolito dramma in costume THE FAVOURITE di Lanthimos (Venezia 75). Bello e toccante, sempre in concorso, ROMA di Cuaron.  Applausi e consensi per il duro documentario fuori concorso ISIS TOMORROW di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi. Non convince L'ENKAS i Orizzonti, mentre per le Giornate degli Autori toccante ma un po' prolisso il docu franco-cambogiano LES TOMBEAUX SANS NOMS.

    31/08 Entusiasmo per lo strepitoso divertissement in salsa western dei Coen THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS in concorso. In concorso, piuttosto semplicistico A STAR IS BORN con Lady Gaga. Tsai Ming-Liang presenta Fuori Concorso NI DE LIAN - YOUR FACE. Non convince l’esordio al lungometraggio della poetessa ungherese Petra Szocs con DEVA (Biennale College Cinema).

    01/09 Non convice il reboot SUSPIRIA di Guadagnino (Venezia 75); sempre in concorso, molto interessante il thriler FRERES ENNEMIS di Oelhoffen. Potente il documentario AQUARELA del russo Kossakovsy (fuori concorso); ampi consensi per AMANDA di Mikahel Hers (Orizzonti). Per finire, uno sguardo sui nuovi prodotti virtuali com MADE NOISE di May Abdalla

    02/09 Drammatico divertissement di genere per il bel western in Concorso: THE SISTERS BROTHER di Jaques Audiard; cinque minuti di applausi per TEL AVIV O FIRE (Orizzonti), commedia di Sameh Zoabi dalle inedite prospettive. con IL RAGAZZO PIU' FELICE DEL MONDO (sezione Sconfini) si ride con l'autoironia del noto graphic novelist Gipi. Fa discutere LA QUIETUD del Leone d'Argento 2015 Pablo Trapero, storia intima di un universo femminile che fa i conti col proprio passato. Opera esigente e forse un po' troppo prolissa l'affresco in costume di Mike Leigh, PETERLOO. E per concludere 1943: BERLIN BLIZ di David Whelan (VR Competition): 15 minuti di storia per conoscere un episodio storico della II Guerra mondiale

    03/09 Intriga DRAGGET ACROSS CONCRETE (Fuori concorso), di S. Carig Zahler, poliziesco a tinte pulp. Mantiene le suspende: L'HEURE DE LA SORTIE di Sèbastien Marnier, regista francese per la prima volta al Lido. in bilico fra documentario e reportage giornalistico CAMORRA (Sconfini) di Francesco Patierno. Con WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD'S ON FIRE? Roberto Minervini porta al Lido un interessante e ben fatto docu-film in b/n sul disagio degli afroamericani in un Paese dove la rabbia razziale è fomentata dai massimi livelli dell'amministrazione. E per concludere, l'esperienza di Virtual Reality nello spazio del Lazzaretto Vecchio.

    04/09 Grande attesa per la prima de LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO (Orizzonti) di Emanuele Scaringi tratta dall'omonima graphic novel di Zerocalcare. Accurata ricostruzione storica e toccante documentario il lavoro di Giorgio Treves: 1938 DIVERSI (Fuori concorso). Ancora una grande attesa per la proiezione dei primi 120' della serie televisiva a firma di Saverio Costanzo tratta da L'AMICA GENIALE. Narrazione esigente per ritmo e immagini simboliche dalla magistrale simmetria pittorica per OZEN – IL FIUME (Orizzonti) di Emir Baigazin. Molto interessante per capacità critico narrrativa sulla questione israelo-palestinese il cortometraggio A LETTER TO A FRIEND IN GAZA (Fuori concorso), di Amos Gitai che successivameente presenta il film: A TRAMWAY IN JERUSALEM (Fuori concorso). Chiude la giornata il cortometraggio di 16' GHOST IN THE SHELL: VIRTUAL REALITY DIVER (Best of VR) di Higashi Hiroaki.

    05/09 Ottima l'interpretazione di Natalie Portman nel convincente VOX LUX di Brady Corbet (Venezia 75). molto intrigante il viaggio introspettivo di Julian Schabel nell'affrontare il mondo di Vincente Van Gog con: AT ETERNITY'S GATE (Venezia 75). Fuori concorso non convince del tutto LES ESTIVANTS di Valeria Bruni Tedeschi, malgrado l'ottimo cast. Dolente, tragico, necessario e molto esigente con gli spettatori TI IMAS NOC /UOU HAVE THE NIGHT di Ivan Salatic (Settimana della Critica). Un curioso on the road tibetano al centro di JINPA di Pema Tseden (Orizzonti), mentre per la Sezione Sconfini, intriga il sofisticato omaggio appassionato al Cinema di MAGIC LANTERN di Amir Naderi. Un viaggio virtuale in un mondo miniaturizzato (in stop motion) è l'esperienza al centro del corto ISLE OF DOGS BEHIND THE SCENES di Wes Anderson (Best of VR).

    06/09 Buona prova di regia per il regista tedesco Premio Oscar 2006 con "Le vite degli altri", Floria Henckel von Donnersmarck che porta al Lido (in Concorso) il corposo film: WERK OHNE AUTOR. Ciro D'Emilio, con UN GIORNO ALL'IMPROVVISO (Orizzonti), porta in sala una storia asciutta di crescita adolescenziale. Ritmo incalzante sostenuto da una sceneggiatura ben calibrata per la ricostruzione di Paul Greengrass sulla strage di Utoya: 22 JULY (in concorso). L'italiana Wilma Labate presenta nella sezione Sconfini un interessante docufilm sulle vicende poco note di un gruppo musicali femminile italiano degli anni '60 nella polveriera del Vietnam: ARRIVEDERCI SAIGON. Con l'accattivante ed asciutto SONI (Orizzonti), Ivan Ayr ci proietta nella New Delhi della contemporaneità seguendo le vicende di due poliziotte alle prese con le difficoltà lavorative e con i pregiudizi sessuali. Molto apprezzata la visione in Orizzonti dell'iraniano HAMCHENAN KE MIMORDAM (MENTRE MORIVO) di Mostafa Sayyari; curioso on the road funerario.

    07/09 Non convince del tutto l'ultimo lavoro di Mario Martone: CAPRI-REVOLUTION (in Concorso) malagrado il tema importante e una regia attenta all'elemento sonoro. Modalità espressive piuttosto forti per THE NIGHTINGALE (in Concorso) di Jennifer Kent, doloroso percorso di violenza e di vendetta. Commedia intelligente e ben condotta che sfrutta il cortocircuito tra finzione e realtà in un a storia di mafia: UNA STORIA SENZA NOME di Roberto Andò (Fuori concorso). Ritmo serrato e stile decisamente sopra le righe per YING - Ombra di Zhang Ymou (Fuori concorso), rivisitazione in chiave action kolossal del classico della letteratura cinese "Il romanzo dei tre regni". Ancora echi letterari (questa volta il romanzo omonimo di F. Pessoa) per IL BANCHIERE ANARCHICO (Sconfini) di Giulio di Biase - qui anche sceneggiatore e interprete di una messa avvincente e appassionante che strizza l'occhio al teatro. Per l'ultima visione nella Settimana della Critica, convince il bel documentario di Saaed Al Batal e Ghiath Ayoub, LISSA AMMETSAJJEL/Still Reconding che attraverso un accurato lavoro di montaggio di interviste, illustra 5 anni di realtà siriana tra regime e anarchia. 

     

    [ leggi tutto | Segnala ad un amico | Pagina stampabile ]

    -------------------

    ALTRE NOTIZIE


    Altri canali

     



    Collaborazioni

     


    AMMINISTRAZIONE

    visitatore numero:

    top

    C.G.S. MARCHE C.F. 93025930426
    C.SO CARLO ALBERTO 77 ANCONA

    Questa settimana al cinema

     

    Attualmente non ci sono Film