> Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
     
 

Archivio


:: LA MELODIE |
voto:


:: LA CASA SUL MARE |
voto:


:: A QUIET PLACE - Un posto tranquillo |
voto:


:: DARK NIGHT |
voto:


:: THE SHAPE OF WATER |
voto:


:: TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI |
voto:


:: SUBURBICON |
voto:


:: VICTORIA E ABDUL |
voto:


:: MADRE! |
voto:


:: NICO, 1988 |
voto:


:: AMMORE E MALAVITA |
voto:


:: UNA FAMIGLIA |
voto:


:: L'ORDINE DELLE COSE |
voto:


:: IL COLORE NASCOSTO DELLE COSE |
voto:


:: L'EQUILIBRIO |
voto:


:: GATTA CENERENTOLA |
voto:


:: VELENO |
voto:


:: LA VITA IN COMUNE |
voto:


:: DUNKIRK |
voto:


:: ON THE MILKY ROAD - sulla via lattea |
voto:

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

 

 

 

 

 

:: Speciale a cura dei membri del CGS

"visti per voi"
Schede di film recenti redatte e curate dal CGS Marche

Vi state chiedendo quale film andare a vedere al cinema?
In questa sezione trovate le nostre opinioni e valutazioni su pellicole viste recentemente.

 

Ultima recensione:

LA TRATTATIVA

recensione di: Fabio Sandroni | voto: 4

regia: Sabina Guzzanti
Sabina Guzzanti, Enzo Lombardo, Ninni Bruschetta, Filippo Luna, Franz Cantalupo, Claudio Castrogiovanni (Italia, 108')
anno: 2014


Presentato fuori concorso a Venezia 71.
La Guzzanti propone un lavoro tra fiction, teatro e ricostruzione documentaria sulla vicenda italiana che, a partire dall’inizio degli anni 90’, vede le sfere più alte delle nostre istituzioni a confronto con mafia e altri poteri occulti. A legare il tutto la capacità di costruire un percorso coerente tra eventi, testimonianze, omissioni e possibili complicità, strategie e personaggi. L’opera si caratterizza per la sostanziale onestà nel dichiararsi ricostruzione-rappresentazione, come sottolineato dal continuo transito attraverso scene in cui gli attori sono al trucco, allargamenti di campo a scoprire il set, esibizione delle quinte teatrali, dichiarazioni in camera-look, esibizione di schermi con sfondi proiettati… insomma la proiezione viene messa in scena, si dichiara. Ne esce un lavoro convincente, a tratti farsa, a tratti tragedia, in cui la trattativa tra Stato e Mafia appare una possibilità fondata. Uno scenario drammatico ove unico vettore di speranza, capace di destabilizzare i poteri occulti e la corruzione, è la testimonianza dei “martiri”.

________________________________

Segnala ad un amico

indietro

visitatore numero:

top

 
 
 

Galleria di immagini


____________