> Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
     
 

Archivio


:: MARGUERITE |
voto:


:: TRE CUORI |
voto:


:: IL SALE DELLA TERRA |
voto:


:: LA TRATTATIVA |
voto:


:: PASOLINI |
voto:


:: ANIME NERE |
voto:


:: SENZA NESSUNA PIETA' |
voto:


:: LA ZUPPA DEL DEMONIO |
voto:


:: I NOSTRI RAGAZZI |
voto:


:: ARANCE E MARTELLO |
voto:


:: LOCKE |
voto:


:: STILL LIFE (2013) |
voto:


:: PHILOMENA |
voto:


:: MISS VIOLENCE |
voto:


:: ANNI FELICI |
voto:


:: GIOVANI RIBELLI - KILL YOUR DARLING |
voto:


:: SACRO GRA |
voto:


:: BETHLEHEM |
voto:


:: VIA CASTELLANA BANDIERA |
voto:


:: L'INTREPIDO |
voto:

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

 

 

 

 

 

:: Speciale a cura dei membri del CGS

"visti per voi"
Schede di film recenti redatte e curate dal CGS Marche

Vi state chiedendo quale film andare a vedere al cinema?
In questa sezione trovate le nostre opinioni e valutazioni su pellicole viste recentemente.

 

Ultima recensione:

TRE CUORI

recensione di: A.P. | voto: 3

regia: Benoit Jacquot
Benoit Poelvoorde, Charlotte Gainsbourg, Chiara Mastroianni, Catherine Deneuve (100')
anno: 2014


In Concorso a Venezia 71. Un uomo incontra una donna, parlano un’intera notte e si danno un appuntamento per la settimana seguente, ma, per una spiacevole circostanza lui non riuscirà ad essere presente. Tempo dopo, lui frequenta un'altra donna senza sapere che lei è la sorella della prima… Seducente produzione d’oltralpe con un notevole quartetto di attori: il bravo Benoît Poelvoorde (apprezzato anche in “La rançon de la glorie”, altro film in concorso a Venezia 71), l’eclettica Charlotte Gainsbourgh (a Venezia con il discusso “Nymphomaniac” di Lars von Trier), la nostra Chiara Mastroianni (anche lei nel cast di “La rançon de la glorie”) e l’inossidabile Catherine Deneuve. Sotto la lente del regista di “Sade” (2000); “Tosca” (2001); “Au fond des bois” (2010), le imprevedibili turbolenze dei cuori travolti dalle “onde del destino”. Fascinosa la mise en scene altoborghese (che denota la sicurezza di un notevole budget), lo studio sulle luci e i colori, la capacità di muovere la macchina da presa con naturalezza ed eleganza. Tuttavia, a tanta ricercatezza formale non corrisponde, purtroppo, l’originalità nella conduzione del racconto, che, infatti, ha diviso nettamente il pubblico degli accreditati alla prima proiezione del mattino.

________________________________

Segnala ad un amico

indietro

visitatore numero:

top

 
 
 

Galleria di immagini


____________