> Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
     
 

Archivio


:: ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE |
voto:


:: IL RAGAZZO PIU' FELICE DEL MONDO |
voto:


:: A STAR IS BORN |
voto:


:: OPERA SENZA AUTORE |
voto:


:: UNA STORIA SENZA NOME |
voto:


:: LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO |
voto:


:: SULLA MIA PELLE |
voto:


:: LA MELODIE |
voto:


:: LA CASA SUL MARE |
voto:


:: A QUIET PLACE - Un posto tranquillo |
voto:


:: DARK NIGHT |
voto:


:: THE SHAPE OF WATER |
voto:


:: TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI |
voto:


:: SUBURBICON |
voto:


:: VICTORIA E ABDUL |
voto:


:: NICO, 1988 |
voto:


:: MADRE! |
voto:


:: AMMORE E MALAVITA |
voto:


:: UNA FAMIGLIA |
voto:


:: L'EQUILIBRIO |
voto:

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

 

 

 

 

 

:: Speciale a cura dei membri del CGS

"visti per voi"
Schede di film recenti redatte e curate dal CGS Marche

Vi state chiedendo quale film andare a vedere al cinema?
In questa sezione trovate le nostre opinioni e valutazioni su pellicole viste recentemente.

 

Ultima recensione:

VICTORIA E ABDUL

recensione di: Lab Venezia Cinema CGS 2017 | voto: 3

regia: Stephen Frears
Judi Dench, Ali Fazar, Eddie Izzard (149')
anno: 2017


Presentato Fuori Concorso a Venezia 74.
Nel 1887 un giovane segretario della prigione inglese di Agra (India), viene scelto come valletto per consegnare una moneta cerimoniale alla Regina Vittoria durante il suo Giubileo d’oro. La grazia, la semplicità e la cultura tradizionale ed esotica del giovane fanno breccia nel cuore dell’anziana regina che ne fa il suo confidente e consigliere spirituale. Questo provoca lo sdegno della corte e dei familiari. Ispirato alla storia vera di Abdul Karim (i suoi diari sono stati scoperti soltanto nel 1910), il film dell’acclamato autore de:     Le relazioni pericolose; My Beautiful Laundrette;  Dirty Pretty Things; Lady Henderson presenta; The Queen; Philomena; Florence Foster Jenkins, appare perfettamente riuscito nelle ricostruzioni storiche e costruisce un affresco meraviglioso (dal punto di vista della messa in scena, della costruzione dei personaggi, delle inquadrature, delle interpretazioni), per parlare di pregiudizio, razzismo, isolazionismo… ieri come oggi (purtroppo). Molto brava Judi Dench.

________________________________

Segnala ad un amico

indietro

visitatore numero:

top

 
 
 

Galleria di immagini


____________