> Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
     
 

Archivio


:: LA MELODIE |
voto:


:: LA CASA SUL MARE |
voto:


:: A QUIET PLACE - Un posto tranquillo |
voto:


:: DARK NIGHT |
voto:


:: THE SHAPE OF WATER |
voto:


:: TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI |
voto:


:: SUBURBICON |
voto:


:: VICTORIA E ABDUL |
voto:


:: MADRE! |
voto:


:: NICO, 1988 |
voto:


:: AMMORE E MALAVITA |
voto:


:: UNA FAMIGLIA |
voto:


:: L'ORDINE DELLE COSE |
voto:


:: IL COLORE NASCOSTO DELLE COSE |
voto:


:: L'EQUILIBRIO |
voto:


:: GATTA CENERENTOLA |
voto:


:: VELENO |
voto:


:: LA VITA IN COMUNE |
voto:


:: DUNKIRK |
voto:


:: ON THE MILKY ROAD - sulla via lattea |
voto:

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

 

 

 

 

 

:: Speciale a cura dei membri del CGS

"visti per voi"
Schede di film recenti redatte e curate dal CGS Marche

Vi state chiedendo quale film andare a vedere al cinema?
In questa sezione trovate le nostre opinioni e valutazioni su pellicole viste recentemente.

 

Ultima recensione:

THE SHAPE OF WATER

recensione di: Alberto Piastrellini | voto: 4

regia: Guillermo del Toro
Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, Octavia Spencer; Usa / 119'
anno: 2O17


Finalmente in Sala "The Shape of Water", candidato a 13 Premi Oscar e vincitore a Venezia 2O17 del Leone d'Oro. Fantasia, emozioni e tanto Cinema classico in una pellicola avvincente, godibile a più livelli e che risulta, per di più, una vera e propria festa per gli occhi grazie alla messa in scena sontuosa che recupera l'immaginario americano anni '5O alla Norman Rockwell. Il regista che più di ogni altro, negli ultimi due decenni, ha creato un suo personale linguaggio tra horror, grottesco e fiaba porta al Lido la storia commovente di un legame impossibile fra due diversità: una ragazza muta ed uno strano anfibio umanoide molto "Mostro della Laguna Nera" conteso fra militari americani e spionaggio russo in pieno maccartismo. Un inno alla comunicazione non verbale (e al Cinema) che dà modo al regista di giocare con tutti i registri compresi fra commedia, spy story, dramma e melò strizzando anche l'occhio al musical d'antan. Affascinante l'uso coreografico della macchina da presa che sembra perennemente “danzare” fra apparati scenici ed attori. Voto: ****

________________________________

Segnala ad un amico

indietro

visitatore numero:

top

 
 
 

Galleria di immagini


____________