> Home > Chi siamo > Rassegne > Contatti
  :: ricerca nel sito  
 

Archivio

22/07/2006
:: Premiazione Ufficiale

22/07/2006
:: Premio PERCORSI CREATIVI 2006

21/07/2006
:: Venerdì

20/07/2006
:: Giovedì

19/07/2006
:: Mercoledì

18/07/2006
:: Martedì

17/07/2006
:: Lunedì

16/07/2006
:: Appena arrivati

29/05/2006
:: 36.mo Giffoni Film Festival

 

 


 

Edizioni

Segui i link per leggere gli articoli delle altre edizioni.

2018
:: Giffoni 2018

2017
:: Giffoni 2017

2016
:: Giffoni 2016

2015
:: Giffoni 2015

2014
:: Giffoni 2014

2013
:: Giffoni 2013 - 43a edizione

2012
:: Giffoni 2012 - 42a edizione

2011
:: Giffoni 2011 - 41a edizione

2010
:: Giffoni 2010 - 40a edizione

2009
:: Giffoni 2009 - 39a edizione

2008
:: Giffoni Film Festival - 38.ma edizione

2007
:: Giffoni Film Festival - 37.ma edizione

2006
:: Giffoni Film Festival - 36.ma edizione

2005
:: Giffoni 2005


 

 


 

Sito ufficiale

www.giffoniff.it
Da questo sito si possono scaricare immagini e altri documenti riguardanti il Festival.

 

 

::EsclusivaGIFFONI FILM FESTIVAL

Giffoni Film Festival - 36.ma edizione

Anche quest'anno i CGS e SENTIERI DI CINEMA saranno presenti alla 36.ma edizione del festival del cinema per ragazzi di Giffoni (SA).
Le date della manifestazione: 15 - 23 luglio
Il GFF, ricordiamo, propone un ricchissimo cartellone di eventi che va dal cinema al teatro, dalla musica all'animazione di strada, il tutto all'insegna del pubblico più giovane, ospitando gruppi di ragazzi da tutto il mondo organizzati in giurie per fasce d'età.

Il corso-laboratorio CGS (15 - 23 luglio 2006) si terrà in concomitanza con la manifestazione e, come già lo scorso anno, sarà condotto dal prof. Fabio Sandroni.

 

19/07/2006 Mercoledì

Oggi gli impegni festivalieri iniziano alle 14:30.
Per FREE TO FLY seguiamo WE SHALL OVERCOME, danese, regia e sceneggiatura di Niels Arden Oplev (classe '61).
Il film, ispirato a personaggi e situazioni legate ai ricordi dell'autore, è il primo per cui assistiamo ad una standing ovation del giovanissimo pubblico.
La storia, ambientata nella provincia danese nel 1969, è quella del 13-enne Frits. Il ragazzo, ammiratore delle idee di Martin Luther King, è costretto a subire i maltrattamenti del Preside della sua scuola che, in seguito ad una ingiusta punizione corporale, quasi gli stacca un orecchio. L'intera comunità appare schierata con l'anziano dirigente, fino alla complicità e alla menzogna... La vicenda, poi, è resa più "toccante" dalla malattia mentale del padre di Frits, su cui sembrano accanirsi le voci del paese fino quasi ad incolpare lui dei maltrattamenti del ragazzo.
La pellicola, ispirata ad idee ormai ampiamente condivise, si rivela manipolatoria nella sua costruzione e cade nel finale rozzamente sbrigativo (il Preside muore d'infarto a causa della ribellione degli studenti). I personaggi risultano spesso incongruenti (ad esempio sono poco credibili lo sbrigativo voltafaccia del prof liberal e la sua successiva richiesta di scuse).
Il "cattivo di turno", infine, è degno di un cartoon: così odioso da indurre l'applauso al momento dell'infarto... Trucchetti da cinema "main stream": peccato che i ragazzi della Giuria abbiano abboccato!
Un merito, però, la pellicola lo ha: rivelare il bisogno di anticonformismo del giovanissimo pubblico di oggi, in un periodo di grande appiattimento del gusto e dei costumi.

Irene (10 anni): "Film apprezzabile, che cercava di far piangere e commuovere... Rispetto a quelli visti in questi giorni mi è sembrato originale per l'argomento e per la trama".

Solo alcuni di noi, nella stessa fascia oraria, riescono ad entrare al Cinema Valle ed apprezzare C.R.A.Z.Y., già presentato lo scorso settembre a Venezia ma atteso nelle sale italiane solo a fine agosto.
La pellicola - una produzione canadese - viene proposta a Giffoni nella categoria Y-GEN (16-19 anni).
Terzo lungometraggio di Jean-Marc Vallée, il film racconta il forte legame tra un padre e i suoi cinque figli e, in particolare, affronta il profondo affetto di uno di questi, Zachary, quartogenito in una famiglia cattolica e benestante, per il genitore. E' proprio quest'ultimo il protagonista del racconto, con la sua costante ricerca di sé e la consapevolezza della propria diversità, combattuto tra l'urgenza di definire i propri orientamenti sessuali e quella di non deludere il padre.
La pellicola è strutturata attraverso quadri narrativi ben calibrati e sfrutta una sapiente organizzazione dello spazio e del tempo. In questo contesto un ruolo di grande rilievo lo ha la musica, con una ricca colonna sonora che spazia da Elvis ai Pink Floyd, che scandisce le tappe della crescita del giovane Zachary.
La proposta è stata particolarmente apprezzata dai giovani della giuria del festival, grazie anche all'intervento in sala di Pierr-Luc Brilliant, uno degli interpreti del film.

Alle 18, possiamo scegliere tra il britannico LASSIE (sezione KIDZ) di Charles Sturridge - remake del celeberrimo film del passato - e il tedesco THE WILD SOCCER BUNCH 3 (sezione FIRST SCREENS) di Joachim Masannek.


In serata: concerto di Gianna Nannini.

________________________________

Segnala ad un amico

indietro

visitatore numero:

top

 
:: multimedia
 
 

Galleria di immagini


____________

Altre immagini